L'idea di un blog

Tutto nasce da un'esigenza, quella di raccontare e condividere esperienze. Fare incontri belli, di quelli caldi, umani e trasmettere attraverso le parole la sensazione vissuta, è una bella sfida. Io ci provo. E' arrivato tutto per caso, quando nemmeno sapevo si trattasse di un'esigenza, nel senso di stare bene rispetto a ciò che stavo facendo. Provare a farlo diventare lavoro non era certo nei miei pensieri. E qui, potrei addurre una lunga serie di motivi. Mi limito a dirne due, il primo ha a che fare con una cosa che in Ondeia ho chiamato strana regola, per la quale non ti senti all'altezza della situazione. Di solito, tutto ciò che è nuovo mette parecchia fifa addosso, ma a volte è di quelle autolimitanti, che ingessano il corpo. Quando invece è sana, smuove. Uno si potrebbe chiedere e come si fa a capire quando è sana?  Il movimento fa la differenza, proprio quello di affrontare la sfida e fare quella cosa, nonostante la paura. Se non accade, magari è il momento di liberarsi di ciò che ingessa. Di sicuro da qualche parte c'è un legaccio strano, un nodo da sciogliere. Fate voi!
Dicevo, due motivi... il secondo è di ordine pratico. Ci posso vivere? Non ho una risposta ma sperimento sulla mia pelle. Intanto ho dato forma a quella esigenza, prima con il libro e adesso con il blog. Magari ne riparliamo fra un po' che si è fatto tardi e le lenticchie calde mi aspettano. Voi direte, d'estate? Sì, si fanno in mezz'ora e voler fare il blog oggi è più forte del bisogno di mangiare!

Commenti

Post più popolari